Salta al contenuto
Mercoledì 22 Ottobre 2014
Versioni alternative: dimensione testo

sulla riva sinistra della Dora Riparia




Italiano

Torre del Ricetto

immagine ingrandita Torre del Ricetto - Vista (Foto Mario) (apre in nuova finestra) Accanto al Castello, su un rialzo di 8 metri, in epoca medioevale gli uomini di Pianezza costruirono un luogo fortificato circondato da un muro, ove rifugiarsi in caso di pericolo proveniente da briganti, da predatori, da soldati sbandati.
Intorno alla metà del '200 gli abitanti dei piccoli insediamenti attorno a Pianezza avevano già abbandonato le loro case per riunirsi tutti nel paese, per potersi meglio difendere.
La difesa collettiva, secondo i modelli dell'epoca, richiese la costruzione di un nucleo difensivo più ristretto e meglio fortificato.
Nacque così il Borgo, chiamato altrove Ricetto, ove ogni famiglia possedeva una piccolissima unità abitativa che permetteva di mettere al sicuro la vita, le cose più preziose e le provviste.
Nei due secoli successivi si perfezionarono le difese, si fecero prescrizioni per la manutenzione del muro, e nelle occasioni di maggior rischio si assoldarono guardie professionali.
Delle torri, che ad intervalli rinforzavano il muro, ne rimane una sola.
Quando i pericoli cessarono e la difesa passiva divenne inutile, il Borgo diventò luogo di abitazione stabile, si costruì la seconda Parrocchia di San Paolo e la torre diventò campanile, ospitando la campana del Comune e quella della vicina chiesa.
Delle mura oggi non rimane che qualche piccola traccia. Il disegno delle unità abitative è a tratti ancora visibile; l'evoluzione dell'edilizia ha cancellato le altre memorie del Ricetto ma non la forma di un'importante opera collettiva.
L'attuale via Al Borgo è quanto rimane dell'antico luogo fortificato, ed ancora oggi come un tempo è sovrastata dalla Torre Civica, di probabile origine medievale e sorta a difesa dell'antico ricetto.
La torre era merlata con merli guelfi, senza la copertura del tetto e completamente aperta sul lato verso l'interno del Borgo per facilitare, mediante carrucola, l'accumulo di proiettili alla sommità.
La sporgenza a poligono, con lati brevi verso l'esterno, ne denuncia chiaramente la funzione difensiva necessaria per la sicurezza contro il continuo passaggio di militari sbandati e di compagnie di ventura che si spostavano da un territorio all'altro, foraggiandosi con le rapine.
Col passare degli anni e l'introduzione delle armi da fuoco, la funzione difensiva del Borgo venne a mancare, e da luogo di rifugio nei momenti di pericolo il Borgo divenne zona di residenza abituale per un numero consistente di pianezzesi.


English

Defense Tower

The citizens of medieval Pianezza constructed a fortified area adjacent to the castle on top of an 8 meter hill. The area was encircled by a wall to provide shelter from robbers, predators and marauding soldiers.
At some point in the middle of the 13th century the inhabitants of the small hamlets surrounding Pianezza abandoned their homes in order to gather in this small area for the purpose of defending themselves.
The collective defense, according to the model of the age, demanded the construction of a tight, fortified nucleus. Hence the formation of the village (Borgo), where every family possessed a minimum inhabitable space that allowed it to secure life and their most precious possessions and supplies.
In the two subsequent centuries they perfected the defense, constructed processes for routine maintenance of the wall, and during times of imminent danger arranged for professional soldiers to stand guard on the battlements.
There is but one tower remaining of the many that reinforced the wall at intervals along its circumference. When the fortifications no longer were necessary overcrowding in the village eased, the second Parish of Saint Paul was constructed and the tower became its bell tower, accommodating the communal bell nearby to the church.
There is barely the smallest trace of the original fortification walls visible today. The design of the original inhabited units is at times still visible; the evolution of the buildings has erased the memory of the Borgo's original cramped individual dwellings but not the collective shape of the whole.
The entrance to the village illustrates well what remains of the original fortified area. The area is still crowned by the Defense Tower, of probable medieval origin, created for defense of the ancient fortified village. The original tower was crowned by battlements and did not have a roof.
On the sides facing the village it was completely open in order to facilitate, by means of pulleys, the transfer of projectiles to the tower's upper floors. The polygon shape of the outward facing tower walls was intended to facilitate repelling ladders which an attacker might attempt to employ against the tower.
It was also important that the tower and wall could be easily crossed by the town's defense forces which might have to react quickly to an attacker's challenge anywhere on the perimeter.
As the years passed the danger of attack was surpassed by the danger of fire from living in a narrowly confined space, and the fortifications came to be viewed as a peril by the inhabitants of Pianezza.

Clicca sull'anteprima per visualizzare le immagini ingrandite




Comune di PIANEZZA (TO) - Sito Ufficiale
Piazza Leumann n.1 - 10044  PIANEZZA (TO) - Italy
Tel. (+39)011.9670000 - Fax (+39)011.9670295
Codice Fiscale: 01299070019 - Partita IVA: 01299070019
EMail: info@comune.pianezza.to.it
Posta Elettronica Certificata: comune.pianezza@pec.it
Web: http://www.comune.pianezza.to.it

|